Shock Value

Per i terroristi gli ostaggi sono armi malleabili.

L’identificazione con giovani, anziani, uomini, donne e anche bambini presi in ostaggio e poi macellati con coltelli e bombe, propaga scosse di terrore nel mondo.

Più aumenta la solidarietà, l’identificazione e l’emozione, più potente è la deflagrazione emotiva di fronte al loro assassinio.

Le piazze, gli appelli, lo sdegno collettivo affilano la lama che s’infila nelle emozioni dell’Europa.

Negli Stati Uniti cresce invece l’indifferenza verso le esecuzioni in video, che continuano a scadenzare questa Terza Guerra mondiale: gli sgozzamenti non hanno più shock value, fanno sempre meno impressione al navigato mondo dei telespettatori, abituati ormai a immagini traumatizzanti dalla tv e da Internet. E’ quasi un rimedio omeopatico nell’universo della comunicazione: più si ripete una scena, meno efficace diventa.

Dopo la libertà, è l’empatia che nasce dal senso di umanità l’altro punto debole dell’Occidente.

Shock Valueultima modifica: 2004-09-23T21:12:31+02:00da carlopiz
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento